Il portavoce della polizia iraniana, Saeed Montazer Al-Mahdi, ha messo in guardia contro eventuali celebrazioni di San Valentino nel Paese, definendole "atti illegali" e annunciando che saranno contrastate. Lo riferisce l'agenzia Irna.

Il giorno di San Valentino è diventato popolare in Iran oltre una decina di anni fa. In molte città iraniane, anche nella città religiosa di Qom, i giovani si incontrano e si scambiano regali. Ma ogni anno la polizia interviene contro ogni celebrazione o contro quei comportamenti in pubblico legati alla festa degli innamorati.

È vietato ai locali e caffè consentire raduni di ragazzi e ragazze. E anche i negozi che vendono cioccolatini o fiori, considerati simboli della festa di San Valentino, sono accusati di promuovere "la decadente cultura occidentale".

D'altra parte, alcuni gruppi stanno tentando di promuovere un giorno degli innamorati di antica tradizione iraniana, chiamato 'Sepandarmazgan', che secondo la storia del Paese sarebbe stato celebrato il 24 febbraio dai zoroastriani.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.