Navigation

Iran: prima centrale nucleare collegata in rete

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2011 - 12:34
(Keystone-ATS)

La prima centrale nucleare iraniana, quella costruita dalla Russia a Bushehr, è stata connessa alla rete elettrica. Lo annuncia l'agenzia iraniana ISNA.

La connessione è stata annunciata anche dal portavoce dell'Organizzazione per l'energia atomica iraniana (OIEA) citato dalla tv in arabo Al Alam.

L'agenzia ISNA ha precisato che Bushehr è stata allacciata alla rete alle 23:29 locali di ieri (le 20:59 in Avizzera) con una potenza di circa 60 megawatt sebbene la centrali abbia una capacità di 1000 MgW. Il portavoce dell'OIEA, Hamid Khadem Qaemi, ha detto che i 60 megawatt sono solo un test e la potenza aumenterà a 400 MgW entro il 12 settembre.

I piani nucleari dell'Iran sono sospettati di avere fini militari. La centrale di Bushehr, costruita dai tecnici russi in base a un contratto firmato nel 1995, ha già subito ritardi per un totale di una decina di anni nel suo avvio a causa di problemi tecnici, finanziari e politici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?