Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Potrebbe essere presto abolita la pena della lapidazione in Iran: il nuovo codice penale all'esame del Parlamento - ha riferito oggi l'ambasciatore iraniano a Roma Seyed Mohammad Ali Hossaini in un colloquio con l'ANSA - non contempla più infatti questo tipo di pena.
La legge è stata licenziata dalle commissioni e attende ora di essere votata dall'aula. Per entrare in vigore dovrà passare poi al vaglio del Consiglio dei Guardiani, la Corte costituzionale iraniana. "C'è una maggioranza favorevole in Parlamento e siamo a buon punto per l'approvazione definitiva della legge", ha detto il diplomatico.
Ali Hossaini ha spiegato che "in Iran c'è un aggiornamento continuo del codice penale" per adeguare le leggi ai cambiamenti della società. E "nel prossimo aggiornamento, così come è adesso la legge, non è menzionata la pena della lapidazione".
L'ex capo del potere giudiziario in Iran, ha sottolineato Hossaini, aveva già ordinato il "congelamento" delle lapidazioni ben prima del caso di Sakineh Mohammadi-Ashtiani, la donna iraniana sotto processo per adulterio e concorso in omicidio del marito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS