Navigation

Iran: probabile abolizione lapidazione, presto voto

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2010 - 17:32
(Keystone-ATS)

ROMA - Potrebbe essere presto abolita la pena della lapidazione in Iran: il nuovo codice penale all'esame del Parlamento - ha riferito oggi l'ambasciatore iraniano a Roma Seyed Mohammad Ali Hossaini in un colloquio con l'ANSA - non contempla più infatti questo tipo di pena.
La legge è stata licenziata dalle commissioni e attende ora di essere votata dall'aula. Per entrare in vigore dovrà passare poi al vaglio del Consiglio dei Guardiani, la Corte costituzionale iraniana. "C'è una maggioranza favorevole in Parlamento e siamo a buon punto per l'approvazione definitiva della legge", ha detto il diplomatico.
Ali Hossaini ha spiegato che "in Iran c'è un aggiornamento continuo del codice penale" per adeguare le leggi ai cambiamenti della società. E "nel prossimo aggiornamento, così come è adesso la legge, non è menzionata la pena della lapidazione".
L'ex capo del potere giudiziario in Iran, ha sottolineato Hossaini, aveva già ordinato il "congelamento" delle lapidazioni ben prima del caso di Sakineh Mohammadi-Ashtiani, la donna iraniana sotto processo per adulterio e concorso in omicidio del marito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?