Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - Il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, è tornato oggi ad accusare Israele e la Cia dell'attentato nel quale un professore universitario, Massud Ali-Mohammadi, è rimasto ucciso ieri a Teheran, affermando che il presidente Usa Barack Obama "ha incoraggiato i terroristi". Le parole di Larijani, pronunciate davanti all'assemblea, sono state riferite dall'agenzia Isna.
Ieri gli Stati Uniti avevano definito "assurde" e Israele aveva giudicato indegne di una risposta le accuse lanciate dal portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Ramin Mehman-Parast, secondo il quale i due Paesi avevano progettato l'attentato per bloccare il programma nucleare iraniano.
Per il momento, peraltro, non vi sono conferme che Ali-Mohammadi, che insegnava fisica all'università di Teheran, fosse coinvolto in questo programma e nemmeno che si occupasse di fisica nucleare.
Larijani, tuttavia, ha affermato che gli Usa e Israele "vogliono eliminare fisicamente gli scienziati nucleari iraniani". Poi, rivolgendosi al presidente americano, ha aggiunto: "Signor Obama, ci dispiace per lei, perché di così alti proclami umanitari e di cambiamento oggi resta solo un'immagine di guerra e di atti terroristici".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS