Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - Una critica all'indirizzo del presidente iraniano, Mahmud Ahmadinejad, per aver sottovalutato l'impatto sull'economia delle sanzioni internazionali contro Teheran, è stata lanciata dal potente ex presidente Akhbar Hashemi Rafsanjani.
"Signori, dovreste essere attenti e vigili. Non sottovalutate le sanzioni (...) la gente non dovrebbe essere ingannata", ha detto Rafsanjani, senza tuttavia nominare esplicitamente Ahmadinejad.
"Sanzioni così pressanti non le avevamo mai avute e diventano ogni giorno più pressanti. Appena noi troviamo un varco, loro (i paesi occidentali, ndr) lo chiudono", ha aggiunto Rafsanjani in un saluto inaugurale a una riunione dell'Assemblea degli esperti, il potente organismo clericale da lui presieduto che può nominare o licenziare la Guida suprema del paese, attualmente nella persona di Ali Khamenei. Potere, questo, che finora non è stato esercitato.
"L'Iran ha capacità abbastanza sviluppate da contrastare le sanzioni, ma ho i miei dubbi che queste capacità vengano utilizzate a dovere", ha detto Rafsanjani.
Ahmadinejad aveva definito l'ultima ondata di sanzioni decise dall'Onu "patetiche".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS