Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Teheran e Washington hanno superato la maggior parte delle loro divergenze sul nucleare iraniano, trovando un accordo "sul 90% delle questioni". Lo ha detto il capo dell'agenzia atomica iraniana, Ali Akbar Salehi, aggiungendo che si sta ora lavorando a risolvere i problemi tecnici rimasti. Le dichiarazioni di Salehi, citate dalla Fars, giungono dopo il suo secondo incontro con il ministro dell'energia Usa Ernest Moniz a Losanna.

"È rimasto irrisolto soltanto un ultimo, importante punto di differenza - ha precisato Salehi - che cercheremo di risolvere negli incontri di stasera".

Nel frattempo però, sempre secondo la Fars, un autorevole rappresentante statunitense ha detto che l'Iran e le potenze coinvolte nei negoziati stanno lavorando ad un accordo entro la scadenza di fine marzo, ma alcune difficili questioni devono ancora essere risolte. "Abbiamo fatto progressi nell'identificare opzioni tecniche per ciascuna delle maggiori aree", ha detto ai reporter, parlando in condizione di anonimato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS