Navigation

Iran: Times, esplosione Isfahan era a impianto nucleare

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2011 - 17:04
(Keystone-ATS)

L'esplosione di lunedì nella città iraniana di Isfahan ha interessato gli impianti di arricchimento dell'uranio dell'omonima centrale. A rivelarlo è il quotidiano britannico "Times" che pubblica anche immagini satellitari. Fonti d'intelligence israeliane affermano che lo scoppio non sarebbe un incidente ma non confermano - o negano - che dietro vi sia Israele.

L'esplosione di lunedì - la seconda nell'arco di un mese - ha fatto tremare i palazzi del centro di Isfahan e i suoi abitanti hanno visto colonne di fumo nero elevarsi in corrispondenza della centrale.

"Lo scoppio - ha detto la fonte dell'intelligence al "Times" - ha causato danni allo stabilimento, in particolare alle strutture che noi crediamo servano per ospitare i materiali grezzi".

Quando il quotidiano si è informato se sia stato Israele a portare a termine l'attacco la risposta è stata alquanto sibillina: "vi sono molti attori interessati a sabotare, fermare o costringere l'Iran a interrompere il suo programma di armamento nucleare".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?