Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Sei persone - cinque iraniani ed un americano - sono state incriminate dalle autorità americane per avere fornito all'Iran tecnologia nel campo satellitare. Lo ha annunciato oggi il ministero della giustizia statunitense.
Le autorità americane hanno fatto sapere di avere arrestato oggi il cittadino americano. I cinque accusati iraniani sono invece irreperibili. Secondo l'accusa, il gruppo avrebbe complottato per alcuni anni, tra il 2000 e il 2007, per aggirare le misure di embargo conto l'Iran e fornire a Teheran le tecnologie necessarie per il lancio di satelliti spia.
Il gruppo avrebbe usato "società fantasma" per nascondere che l'Iran era la destinazione finale di queste "transazioni illegali".
I cinque iraniani incriminati rischiano fino a 25 anni di carcere. Il cittadino americano rischia invece 45 anni di prigione se riconosciuto colpevole delle accuse.

SDA-ATS