Tutte le notizie in breve

"L'Iran rimarrà indifferente alle minacce di Washington" e "non cercherà il permesso di nessun Paese per difendersi".

La prima reazione di Teheran all'"avviso ufficiale" lanciato ieri sera dalla Casa Bianca arriva da Ali Akbar Velayati, consigliere per gli affari internazionali della Guida suprema Sayyed Ali Khamenei.

Facendo riferimento al monito americano sul test missilistico effettuato nei giorni scorsi dall'Iran, Velayati ha rimarcato che "la Repubblica islamica continuerà a lavorare sul programma missilistico a piena forza".

Il consigliere anziano di Khamenei ha quindi aggiunto che l'Iran "è a conoscenza di alcuni casi di interferenze nella regione" e ha invitato a "essere attenti e vigili sulle infiltrazioni di elementi stranieri".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve