Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha affermato che un accordo sul nucleare non è mai stato così vicino e, in un videomessaggio, ha sottolineato che un'intesa "buona e bilanciata" può aprire "nuovi orizzonti per affrontare sfide comuni".

Il ministro ha in particolare menzionando la "comune minaccia" proveniente dall'estremismo violento. Il messaggio arriva proprio mentre i negoziatori sono impegnati nei colloqui a Vienna, in vista della nuova scadenza fissata per il 7 luglio.

"Nonostante alcune differenze rimangano, non siamo mai stati così vicini ad un esito duraturo. Ma non ci sono garanzie", ha detto Zarif nel videomessaggio, riferisce il Wall Street Journal.

E ha aggiunto: "Siamo pronti a raggiungere un accordo che sia bilanciato e buono e aprire nuovi orizzonti per affrontare importanti sfide comuni".

Il ministro iraniano ha quindi sottolineato: "La nostra minaccia comune oggi è quella crescente proveniente dall'estremismo violento", con quello che sembra un riferimento all'Isis che però non viene mai esplicitamente menzionato.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.