Navigation

Iran: vogliamo distruggere Israele, non gli ebrei

Non siamo antisemiti, dice Khamenei. KEYSTONE/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2019 - 13:00
(Keystone-ATS)

"La distruzione di Israele significa la distruzione di quel regime e di criminali come Netanyahu, non degli ebrei". Lo ha detto la Guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, respingendo le accuse di antisemitismo rivolte alla Repubblica islamica.

"L'eliminazione di Israele significa che i palestinesi, musulmani, cristiani ed ebrei, che sono i veri proprietari della terra palestinese, devono poter decidere il loro destino", ha aggiunto Khamenei incontrando alcuni funzionari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.