Tutte le notizie in breve

Incoraggiare con incentivi economici gli uomini iracheni a sposare più di una donna per far fronte alla crisi sociale dovuta alla presenza in Iraq di "oltre quattro milioni" di donne rimaste vedove a causa della guerra, divorziate o nubili ma non più giovani.

La proposta è della deputata irachena Jamila Ubaydi, che ha tenuto una conferenza stampa a Baghdad: "Il nostro egoismo ci ha fatto dimenticare i benefici della poligamia in un'epoca in cui ci sono più di quattro milioni di donne sono vedove, zitelle o divorziate", ha detto la deputata della coalizione sunnita in parlamento.

La proposta di Ubaydi, che parla di "metter fine con la cultura di una sola donna per ogni uomo", ha suscitato polemiche tra le deputate e sui social network iracheni. Alcune deputate hanno criticato la proposta affermando che per risolvere la questione bisogna affrontare il tema in maniera più ampia. La deputata yezida, Vian Dakhil, del Partito democratico curdo, ha bollato l'iniziativa un "incoraggiamento al traffico di donne".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve