Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nove persone sono morte e 45 sono rimaste ferite oggi a Baghdad in due attentati compiuti con autobomba, una delle quali guidata da un kamikaze. Lo hanno riferito fonti di polizia. Intanto i ribelli dello Stato Islamico si sono impadroniti oggi di una parte della base aerea Spiker, a nord della città di Tikrit, dopo intensi combattimenti.

Il primo attentato a Baghdad, nell'area di Shorja, ha ucciso 5 persone e ne ha ferite 20. Il secondo, compiuto dall'attentatore suicida, è avvenuto nell'area di Taji, all'ingresso settentrionale della capitale. Qui i morti sono stati 4 e i feriti 25.

I miliziani dello Stato islamico sono riusciti ad occupare una pista della base di Spiker dopo avere lanciato un attacco da due direzioni. Allo stesso tempo i ribelli hanno sparato alcuni colpi di mortaio, che hanno messo fuori uso due aerei.

D'altro canto, il ministero della Difesa ha detto che l'esercito ha ripreso il controllo dell'area di Albu Hadid, 15 chilometri a est di Falluja, che dall'inizio dell'anno è nelle mani degli insorti. Albu Hadid è stata riconquistata dopo scontri che hanno portato all'uccisione di dieci combattenti dello Stato Islamico. Gli artificieri dell'esercito sono ora al lavoro per disinnescare le mine lasciate dai miliziani prima della ritirata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS