Navigation

Iraq: al Qaida rivendica serie attentati

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2012 - 09:43
(Keystone-ATS)

'Lo Stato islamico iracheno', una branca di al Qaida, ha rivendicato la serie di attentati in Iraq di lunedì scorso, che ha fatto 113 morti, assicurando che si tratta dell'inizio di una nuova "campagna militare" lanciata dal leader dell'organizzazione, Abou Bakr al-Baghdadi.

"L'operazione dei jihadisti ha stordito il nemico. Ha dimostrato il fallimento dei servizi di sicurezza e d'intelligence" iracheni, afferma l'organizzazione estremista in un messaggio diffuso dal sito jihadista 'Honein'.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?