Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

'Lo Stato islamico iracheno', una branca di al Qaida, ha rivendicato la serie di attentati in Iraq di lunedì scorso, che ha fatto 113 morti, assicurando che si tratta dell'inizio di una nuova "campagna militare" lanciata dal leader dell'organizzazione, Abou Bakr al-Baghdadi.

"L'operazione dei jihadisti ha stordito il nemico. Ha dimostrato il fallimento dei servizi di sicurezza e d'intelligence" iracheni, afferma l'organizzazione estremista in un messaggio diffuso dal sito jihadista 'Honein'.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS