Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAGHDAD - Sette persone sono state uccise stamani e altre 37 sono rimaste ferite a Baghdad in una serie di attacchi a colpi di mortaio e attentati dinamitardi contro i cortei di migliaia di pellegrini sciiti diretti al mausoleo del loro settimo imam, di cui oggi cade l'anniversario della morte.
Uno dei portavoce del ministero degli interni ha precisato che quattro civili sono stati uccisi quando i proiettili di mortaio hanno colpito la folla dei fedeli, mentre altre due persone sono morte in altrettante esplosioni verificatesi nel quartiere sud-occidentale della capitale, noto come "la nuova Baghdad".
Sempre nella capitale e' morto oggi un maggiore dell'esercito, ucciso dalla deflagrazione di un ordigno magnetico posto sotto la sua auto.
Da sette anni, nell'anniversario della scomparsa dell'imam al-Kadhim nel settimo secolo d.C., migliaia di pellegrini compiono la tradizionale visita al suo mausoleo (vietata durante il regime di Saddam Hussein caduto nel 2003), dando occasione ai terroristi di seminare la morte.
Le autorita' irachene hanno assicurato per quest'anno un incremento delle misure di sicurezza e un aumento del personale militare impiegato, cosi' come l'allestimento delle infrastrutture per accogliere i pellegrini in marcia sotto il sole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS