Navigation

Iraq: blitz esercito libera 20 reclute rapite

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2012 - 16:18
(Keystone-ATS)

Venti reclute dell'esercito iracheno rapite ieri da un commando di uomini armati sono state liberate in un blitz compiuto da un reparto speciale delle forze armate, secondo quanto reso noto da un portavoce dell'esercito.

L'operazione è avvenuta nella serata di ieri, quando i militari sono entrati in azione sulla base di informazioni di Intelligence e hanno liberato i rapiti, arrestando quattro miliziani che li tenevano prigionieri.

Le venti reclute, che viaggiavano a bordo di un autobus, erano state sequestrate a Baiji, 40 chilometri a nord di Tikrit, mentre si dirigevano a Baghdad per sottoporsi alle visite mediche prima di prendere servizio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.