Centinaia di donne della minoranza Yazidi sono tenute prigioniere dai jihadisti sunniti dell'Isis e si teme che possano essere vendute come schiave o altro. Lo riferiscono i media Usa.

Secondo un portavoce del governo iracheno, le donne, sotto i 35 anni, sono tenute prigioniere in scuole a Mosul. Ad informare le autorità sono state le famiglie.

Un funzionario Usa ha confermato che l'Isis ha rapito donne della minoranza Yazidi per poterle vendere o costringerle a sposarsi con i jihadisti, ma non è stato in grado di fornire un numero preciso delle ragazze rapite.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.