Navigation

Iraq: Cicr, dopo 30 anni guerre decine migliaia dispersi

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2010 - 13:35
(Keystone-ATS)

BAGHDAD - "Decine di migliaia di persone" risultano ancora scomparse in Iraq dopo i tre conflitti che negli ultimi 30 anni hanno insanguinato il Paese: la guerra con l'Iran (1980-1988); la guerra del Golfo innescata dall'invasione del Kuwait (1990-1991) e il conflitto seguito all'invasione americana del 2003. Lo afferma oggi il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr).
"L'impatto delle guerre è ancora sentito dalla popolazione anni, e perfino decenni, dopo la fine delle ostilità e migliaia di persone sperano tuttora di ricevere notizie dei loro famigliari dispersi", afferma in un comunicato il Cicr, alla vigilia della Giornata mondiale dei dispersi.
"Noi invitiamo i governi della regione - aggiunge l'organizzazione umanitaria - a proseguire gli sforzi per poter fornire informazioni su queste persone" di cui non si hanno più notizie.
Un milione di persone almeno sono morte nella guerra Iran-Iraq e decine di migliaia negli altri due conflitti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.