Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le forze governative irachene avanzano verso la città vecchia di Mosul, tenuta dai miliziani dell'Isis.

Keystone/AP/BRAM JANSSEN

(sda-ats)

Le forze lealiste irachene continuano ad avanzare dai quartieri a nord-ovest di Mosul verso il centro, per stringere d'assedio i miliziani dell'Isis rimasti a difendere la città vecchia, sulla riva occidentale del Tigri.

Lo hanno affermato i vertici militari, sottolineando che nell'ultima settimana l'esercito ha strappato allo Stato islamico 30 chilometri quadrati a nord-ovest del centro e che solo il 10 per cento della città rimane nelle mani dell'Isis.

Un responsabile delle forze anti-terrorismo, generale Abdul Wahab al Saedi, ha detto che sono solo cinque i quartieri ancora controllati dall'Isis: quelli di Najjar, Rifai, Naft, quello del 17 luglio e la Città vecchia, un reticolo di vicoli densamente popolati dove si teme che i combattimenti e i bombardamenti possano causare un alto numero di vittime civili.

Secondo l'Onu 350.000 civili rimangono intrappolati a Mosul ovest, mentre oltre 400.000 sono fuggiti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS