Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAGHDAD - Il ministro iracheno dell'Energia ha rassegnato oggi le dimissioni in seguito alle proteste scatenate dai continui black-out che affliggono l'Iraq e che sia oggi che sabato sono sfociate in violente proteste di centinaia di persone a Bassora e Nassirya, nel sud, finite con scontri tra polizia e manifestanti.
Il ministro, Karim Waheed, ha dichiarato alla televisione di Stato che si è dimesso per l'incapacità del governo di garantire una regolare erogazione di energia elettrica.
Le dimissioni del ministro dell'energia erano una delle richiesta urlata a gran voce dai manifestanti.

SDA-ATS