Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) condanna fermamente "le violazioni del diritto internazionale e le violenze attualmente commesse" in Iraq ed è preoccupato "per le conseguenze politiche e umanitarie di questa crisi", si legge in una nota odierna. Il DFAE lancia inoltre un appello ai rapitori del personale e dei famigliari del Consolato di Turchia a Mossul chiedendo loro di "liberare immediatamente" tutte le persone sequestrate.

"Le autorità svizzere esprimono solidarietà alla Turchia e tengono al rispetto dell'integrità territoriale dell'Iraq e della Siria", precisa ancora il comunicato.

Il DFAE seguirà l'evoluzione della situazione nella regione "con la massima attenzione".

SDA-ATS