Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Iran è disposto a collaborare con gli Usa in Iraq, dove jihadisti sunniti sono all'offensiva contro il governo di Baghdad, solo a condizione che i negoziati con i '5+1' (Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti) sul programma nucleare iraniano si chiudano con un accordo.

Lo ha dichiarato a Oslo Mohammad Nahavandian, il capo di gabinetto del presidente Hassan Rohani. Quei negoziati sono "un test di fiducia", ha avvertito: "se sfociano in un'intesa finale, si potrà discutere di altri temi".

SDA-ATS