Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Iraq: Lega Araba accusa jihadisti di crimini umanità

La Lega Araba condanna le violenze dello Stato islamico (IS, ex Isis) in Iraq, bollate come crimini contro l'umanità, in particolare ai danni delle minoranze come quella degli Yazidi nel nord e dei cristiani a Mosul.

"Gli autori di questi crimini contro l'umanità vanno puniti", ha detto il segretario generale della Lega Araba, Nabil al-Arabi, che chiede a tutti i paesi della regione e a livello internazionale di "impegnarsi per aiutare l'Iraq a uscire dalla crisi e garantire la sicurezza necessaria alle minoranze irachene, per assicurare il mantenimento dell'indipendenza e dell'unità dell'Iraq".

Sono oltre 100'000 i cristiani costretti a fuggire dalle proprie case dalle violenze dei jihadisti dello Stato islamico. Mentre ieri si è diffusa la notizia del massacro di almeno 500 Yazidi a Sinjar, dove molte vittime "sono state sepolte vive" dagli integralisti.

Vian Dakhil, deputata della comunità, ha denunciato oggi che "circa 50 bambini muoiono ogni giorno" per mancanza di acqua e di cibo tra le migliaia di rifugiati Yazidi in fuga. "Molti altri moriranno" se non saranno raggiunti dagli aiuti umanitari, ha aggiunto.

Nel frattempo lo Stato islamico si è impadronito in Iraq della città di Jalawla, nella provincia di Diyala, 130 chilometri a nord-est di Baghdad, minacciando così i confini meridionali della regione autonoma del Kurdistan. Lo hanno riferito fonti della sicurezza, precisando che la città è caduta ieri "dopo intensi combattimenti".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.