Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier iracheno sciita Nuri al-Maliki respinge l'idea di dar vita a un governo di unità nazionale, come richiesto dagli Stati Uniti e dalla più importante autorità sciita irachena, l'Ayatollah Ali Sistani. Lo riferisce la tv panaraba al-Arabiya.

In un discorso televisivo alla nazione, Maliki ha affermato che "chi propone la creazione di un governo di emergenza nazionale vuole dare una spallata alla Costituzione e al processo politico".

La coalizione politica capeggiata da Maliki, in carica dal 2006, ha vinto le elezioni legislative del 30 aprile scorso. "Chi propone un governo di emergenza nazionale vuole derubare il voto agli elettori", ha aggiunto il premier iracheno.

SDA-ATS