Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Come 'commander in chief' non permetterò che gli Stati Uniti siano trascinati in un'altra guerra in Iraq. Le truppe americane non torneranno a combattere in Iraq perché non c'è una soluzione militare americana alla crisi". Lo afferma il presidente americano, Barack Obama, nel discorso settimanale.

"Continueremo la nostra strategia in Iraq. Proteggeremo i nostri cittadini. Lavoreremo con la comunità internazionale per affrontare questa crisi umanitaria. Aiuteremo a prevenire che questi terroristi abbiano un paradiso permanente da cui attaccare l'America", ha continuato Obama sottolineando che gli Stati Uniti continueranno a premere affinché le comunità irachene si riconcilino.

"Gli Stati Uniti non possono e non devono intervenire ogni volta che c'è una crisi. Ma quando c'è una situazione" come quelle sul monte Sinjar, "quando innocenti si trovano ad affrontare un massacro e quando noi abbiamo la possibilità di prevenirlo, gli Stati Uniti non possono guardare da un'altra parte", ha detto ancora il presidente statunitense.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS