Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Sei americani su dieci pensano che la guerra in Iraq sia stata un errore, rivela un sondaggio della CBS. Solo il 37 per cento degli intervistati pensa che la guerra fosse la cosa giusta da fare mentre il 59 per cento è di parere opposto.
Il 52 per cento approva comunque il modo in cui il presidente Barack Obama ha gestito la guerra. Il 60 per cento pensa che dopo il ritiro delle forze Usa il livello di violenza non aumenterà in Iraq.
Ma il 72 per cento degli intervistati ritiene che, considerando il costo in vite umane e in denaro, la guerra in Iraq non valesse la pena di essere combattuta. Infatti solo il 25 per cento pensa che la guerra in Iraq abbia reso gli Stati Uniti più sicuri rispetto alla minaccia del terrorismo.
La fine di agosto segnerà anche la fine delle operazioni di combattimento Usa in Iraq e il presidente Obama farà martedì un discorso dall'Ufficio Ovale per celebrare l'evento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS