Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier iracheno Haidar Abadi ha abolito il coprifuoco a Baghdad, che era in vigore da diversi anni. La decisione è stata presa dopo una riunione con i capi dei servizi di sicurezza.

Il coprifuoco era stato imposto nel 2004, meno di un anno dopo l'inizio della campagna anglo-americana contro il regime di Saddam Hussein. "Abadi vuole che la vita in Iraq torni alla normalità per quanto possibile", ha detto il portavoce del governo Rafid Jabburi citato dalla tv panaraba al Arabiya.

Due giorni fa, una decina di persone erano morte in un attentato dinamitardo in un quartiere di Baghdad. Ma nonostante Baghdad sia teatro di frequenti attacchi suicidi e dinamitardi, la minaccia principale è ora percepita dai jihadisti dello Stato islamico, che però non sembrano avere la possibilità di colpire e prendere di mira la città.

I media iracheni riferiscono che il coprifuoco è stato abolito anche a Karbala, città santa sciita nel sud del Paese. Mentre è stato ripristinato a Kirkuk, cittadina contesa nel nord-est recentemente presa d'assalto dallo Stato islamico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS