Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BEIRUT - I servizi di sicurezza iracheni hanno scoperto un complotto per assassinare l'ex primo ministro dell'Iraq, Iyad Allawi, attuale leader dell'Alleanza irachena che ha ottenuto il maggior numero di seggi del Parlamento nato dalle elezioni del 7 marzo scorso.
Lo afferma il quotidiano panarabo Asharq al Awsat, citando "fonti di sicurezza di alto livello irachene e arabe", secondo cui il piano era "ben articolato" e doveva essere eseguito prossimamente.
Secondo il giornale, "nel complotto erano implicati esponenti locali sostenuti da una parte regionale", che sono stati smascherati dai servizi di intelligence iracheni e "dai servizi segreti di un Paese arabo confinante".
Anche "le forze americane in Iraq hanno contribuito a scoprire il complotto", scrive ancora Asharq al Awsat, aggiungendo che "le persone coinvolte nel tentativo e le armi che dovevano essere utilizzate sono state scoperte".
Il giornale conclude ricordando che Allawi è sfuggito a diversi tentativi di assassinio sin dalla caduta del regime di Saddam Hussein, nell'aprile del 2003.

SDA-ATS