Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di circa 60 morti il bilancio, non verificabile in maniera indipendente sul terreno, di un agguato condotto da uomini armati contro un convoglio di detenuti a nord di Baghdad. Lo riferisce la tv satellitare panaraba al Arabiya citando fonti della polizia irachena.

Secondo le fonti, due attentatori suicidi si sono fatti esplodere stamani all'alba al passaggio di un convoglio di pullman sui quali viaggiavano circa 60 detenuti trasferiti da Baghdad verso il carcere di Taji, 30 km a nord della capitale. Dopo le esplosioni, non meglio precisati uomini armati hanno aperto il fuoco contro le forze di sicurezza che scortavano i mezzi e ne è seguita una sparatoria. Almeno 50 detenuti e una decina di agenti sarebbero morti nell'attacco ma il bilancio è provvisorio e non è verificabile in maniera indipendente.

L'attacco è avvenuto a poche ore dall'atteso incontro a Baghdad, nella super fortificata Zona Verde della città, tra il premier Nuri al Maliki e il segretario generale dell'Onu Ban ki-moon, in visita nell'Iraq martoriato dall'offensiva qaedista e dalla recrudescenza delle violenze a sfondo confessionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS