Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Lo scandalo dei preti pedofili continua a tenere banco nelle cronache irlandesi. Tanto che Paddy Power, l'associazione di allibratori leader nel mercato dell'Eire, ha aperto una scommessa sulle possibili dimissioni di papa Benedetto XVI - date, al momento, 3/1. Ma non solo. Chi lo desidera, infatti, può giocare anche sul futuro successore di Joseph Ratzinger al soglio pontificio. La lista è folta e comprende anche un insolito candidato: Bono degli U2.
Provocazioni a parte - la star irlandese è data 1.000 a 1, ovvero la stessa quota di Father Dougal McGuire, protagonista di una popolare fiction trasmessa dalla britannica Channel 4 -, a guidare la classifica dei papabili è il nigeriano Francis Arinze, dato 4/1. Al secondo posto, con la puntata pagata 8 a 1, figurano invece a pari merito il patriarca di Venezia Angelo Scola, il cardinale ghanese Peter Kodwo Appiah Turkson, e Oscar Rodriguez Maradiaga dell'Honduras. Medaglia d'argento - 10 a 1 - per l'argentino Jorge Mario Bergoglio, il presidente della Conferenza episcopale italiana Angelo Bagnasco e l'americano William Levada, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.
Seguono, a distanza, altri grandi nomi delle Chiesa: i cardinali Tarcisio Bertone e Dionigi Tettamanzi, entrambi dati 12/1; quindi l'arcivescovo Piero Marini, 14/1; i cardinali Renato Martino e Camillo Ruini, 20/1; Angelo Sodano, 25/1. Dati 40 a 1 sono poi Giovanni Battista Re e Giacomo Biffi. Chiudono la classifica il cardinal Carlo Maria Martini e Silvano Piovanelli, rispettivamente a 100/1 e 125/1. Dopo di loro ci sono solo l'inesistente McGuire e l'improbabile Bono.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS