Sono tra i 2'800 ed i 3'000 i jihadisti tunisini che combattono tra le fila dello Stato islamico in Siria ed Iraq. Lo ha affermato oggi il segretario di Stato presso il ministro dell'interno, Rafik Chelly.

Egli ha anche confermato la presenza di qualche centinaio di jihadisti tunisini nei campi di addestramento in Libia.

Chelly ha reso noto che le autorità tunisine hanno impedito finora la partenza a 12'000 tunisini intenzionati a raggiungere i territori di guerra attraverso la Turchia e rivelato che quasi 500 sono i tunisini rientrati dagli scenari di guerra, dei quali molti sono stati deferiti all'autorità giudiziaria ed altri posti sotto sorveglianza.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.