Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 23 persone sono rimaste uccise nell'ovest dell'Iraq in un attacco suicida attribuito ai jihadisti dell'Isis e in un successivo scontro a fuoco con le forze di sicurezza di Baghdad. Lo riferiscono fonti ufficiali irachene.

Le vittime dell'attacco suicida attribuito ai jihadisti dell'Isis sono militari dell'esercito e combattenti sunniti filo-governativi.

Secondo le autorità locali, un kamikaze ha dapprima colpito un gruppo di combattenti sunniti filo-governativi ad al-Baghdadi, nella turbolenta provincia occidentale di Anbar, a circa 180 chilometri a nord ovest di Baghdad. Poco dopo, un commando di estremisti islamici ha quindi attaccato le vicine postazioni dell'esercito e della polizia, innescando una battaglia scontri. Stando a fonti di polizia e ospedaliere, gli scontri hanno causato in totale 23 morti e 28 feriti solo tra le forze regolari e filo-governative.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS