Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin si prepara a lanciare attacchi aerei unilaterali contro l'Isis, se gli Stati Uniti respingeranno la sua proposta di unire le forze. Lo riferisce l'agenzia Bloomberg, che cita una fonte del Cremlino e del ministero della difesa russo.

Putin preferirebbe che gli Usa e gli alleati possano coordinare le loro forze contro i jihadisti insieme alla Russia, l'Iran e l'esercito siriano. Ipotesi questa che l'amministrazione Usa ha finora scartato, secondo le fonti.

Nei giorni scorsi, la Russia ha allargato la sua presenza militare a nord e a sud della città siriana di Latakia.

La proposta di Putin, che la Russia ha comunicato agli Usa, si basa su "un binario parallelo" per un'azione militare congiunta accompagnata da una politica di transizione lontano da Assad, un fattore chiave della richiesta Usa, secondo quanto ha riferito un'altra fonte.

L'iniziativa sarà in cima all'agenda della visita di un giorno del presidente Putin all'assemblea dell'Onu, il 28 settembre, e che potrebbe anche includere un colloquio con Obama. "La Russia spera prevalga il buon senso e che Obama prenda la mano tesa di Putin", ha detto Elena Suponina, un'analista sul Medio Oriente presso l'Istituto di studi strategici al Cremlino. "Ma Putin agirà in ogni caso se questo non accade", ha aggiunto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS