Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le comunità musulmane del Regno Unito devono fare di più e prendersi maggiori responsabilità nel contrasto alla radicalizzazione. Lo ha detto il premier britannico David Cameron parlando al Global Security Forum in corso a Bratislava.

Il premier ha puntato il dito contro chi "in silenzio giustifica" l'ideologia integralista che spinge molti giovani ad arruolarsi nelle file dello Stato islamico (Isis).

La comunità musulmana, ha proseguito, dovrebbe impegnarsi di più affinché il meno possibile di giovani musulmani si aggiungano ad organizzazioni estremiste. "Dobbiamo conoscere la sostanza della minaccia rappresentata dallo stato islamico i giovani abbandonano le loro prospettive impeccabili e fuggono migliaia di chilometri per rischiare le loro vite nei combattimenti", ha dichiarato Cameron parlando alla conferenza Globsec a Bratislava, ricordando il recente caso del 17enne suicida britannico morto questa settimana nell'Iraq.

Secondo Cameron alla radicalizzazione dei giovani musulmani nella Gran Bretagna e in altri paesi europei contribuisce la gente che, anche se non giustifica la violenza, crede nei pregiudizi secondo i quali le regole religiose sono più importanti delle leggi e della democrazia. Alla lotta contro l'estremismo islamita deve contribuire anche il governo - ha proseguito - rafforzando presso gli islamisti la loro identità nazionale. Cameron si è inoltre espresso per la necessità di risolvere le cause delle ondate dei profughi dall'Africa e dal Medio oriente. I paesi europei, anziché aspettare l'arrivo dei profughi fino alle loro frontiere, dovrebbero aiutare direttamente nelle regioni da dove la gente fugge, ha detto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS