Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La Giordania ha bombardato Mosul, uccidendo 55 membri dell'Isis tra cui un loro leader, Abu-Obida AL-Tunisian": lo riferiscono su Twitter account vicini ai Peshmerga curdi. La notizia non è verificabile. Altre fonti, sempre vicine ai curdi, parlano di 37 uccisi in raid condotti su "al-Kesk" una località nella zona ovest di Mosul.

Poco prima, il re Abdullah aveva minacciato una "severa risposta" per l'uccisione del pilota giordano, "li colpiremo sul loro terreno". Un portavoce del governo di Amman, Mohammad al-Momani, aveva riferito che la Giordania "intensificherà gli sforzi per fermare l'estremismo, indebolire ed eventualmente finire l'Isis".

Affermazioni che secondo responsabili Usa citati dalla Cnn vanno tradotte con la richiesta giordana di condurre più raid contro l'Isis.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS