Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una fossa comune con i resti di circa 40 civili è stata scoperta nella città irachena di Ramadi, il cui centro è stato riconquistato dalle forze irachene il mese scorso, dopo che l'autoproclamato Stato islamico (Isis) ne aveva preso il controllo lo scorso maggio.

Lo ha reso noto il portavoce del Consiglio governativo della provincia di al Anbar, di cui Ramadi è il capoluogo, aggiungendo che "quando le nostre forze avranno ripulito la città dagli ordigni esplosivi artigianali ritroveremo certamente altre fosse comuni".

Secondo il portavoce, Eed Amash, citato dalla Nbc News, durante l'invasione dell'Isis, circa 600 famiglie riuscirono a fuggire da Ramadi, ma un numero imprecisato di persone furono poi ricatturate dai miliziani "per usarle come scudi umani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS