Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo Stato islamico batte moneta: sui social media, i jihadisti hanno annunciato, con tanto di foto, il lancio di una propria valuta, a cominciare da monete in oro e argento da 1 e 5 dinari in uso nel Califfato.

L'obiettivo è riportare in uso il conio che circolava in passato. Sulla moneta da uno appare la scritta "Stato Islamico, un califfato basato sulla dottrina del Profeta", e dietro diverse spighe di grano con un versetto del Corano, mentre su quella da 5 c'è una mappa del mondo.

Già nel novembre scorso, ricorda l'Independent, gli jihadisti avevano fatto sapere di voler emettere propria valuta per "emanciparsi dal satanico sistema economico globale che è stato imposto ai musulmani e ha portato alla loro oppressione".

Ma gli esperti sottolineano che non sono poche le difficoltà da affrontare, a cominciare dalla mancanza di miniere di oro, argento e rame in Iraq e Siria. Come valore di mercato, per un dinaro d'oro dell'Isis ci vorranno 139 dollari (124 euro), per 5 dinari d'oro 694 dollari (620 euro) mentre per un dollaro serviranno 3 dinari d'argento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS