Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Isis, kalashnikov e picconi contro statue Hatra

Mazze, picconi e perfino il tiro a segno con i kalashnikov: i jihadisti dell'Isis hanno sfogato così la loro furia iconoclasta contro le statue e gli ornamenti dell'antica Hatra, in Iraq, patrimonio dell'Umanità Unesco, fiorente città dell'Impero dei Parti.

Lo sfregio, annunciato e compiuto dai terroristi lo scorso 7 marzo, è stato ostentato al mondo con un video diffuso sui siti jihadisti intitolato "La distruzione degli idoli", condito dall'onnipresente "canto di battaglia" dell'Isis e commentato da un militante barbuto che, con accento della Penisola araba, afferma che le immagini umane, proibite dall'Islam, venivano "adorate al posto di Dio".

Nel filmato montato si vede l'abbattimento dalle mura e lo sbriciolamento di grandi fregi di arenaria con volti in stile ellenistico a colpi di mazza dalla cima di una scala, il tiro a segno con l'Ak-47 contro un altro fregio e la demolizione a picconate di una cariatide scolpita con un ricco panneggio. Un'ennesima offesa dopo la distruzione in gennaio, documentata orgogliosamente in video, del patrimonio dell'antica biblioteca dell'Università di Mosul, fra cui molti antichi manoscritti, poi dei reperti archeologici conservati nel Museo di Mosul e dell'antica città assira di Nimrud: atti che l'Onu ha dichiarato "crimini di guerra".

E pensare che le mura in pietra di Hatra, costruite dall'impero Seleucide nel III secolo avanti Cristo, durante l'impero dei Parti, quando la città conobbe la sua massima fioritura, resistette a ben due attacchi dei Romani nel 116 e 198 d.C. Resta però da confermare - immagini satellitari riprese per conto dell'Unesco sembrerebbero smentirlo - che gli estremisti abbiano effettivamente raso al suolo coi bulldozer l'intera area archeologica.

Il video sembra quasi una risposta dell'Isis alla perdita di Tikrit, la città sunnita dove nacque Saddam Hussein, riconquistata dall'esercito iracheno con il decisivo apporto delle milizie sciite addestrate e armate dall'Iran.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.