Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In un comunicato diffuso dall'agenzia Sana controllata da Damasco, si afferma che la presenza di truppe speciali francesi e tedesche nelle zone di Ayn Arab e Manbij è fatta nel quadro della "lotta al terrorismo" senza però coordinarsi col governo siriano (foto d'archivio).

Keystone/AP/VADIM GHIRDA

(sda-ats)

Il governo siriano ha denunciato oggi la "flagrante violazione della sua sovranità e indipendenza" da parte della Francia e della Germania, che secondo recenti rapporti di stampa, partecipano con truppe speciali all'offensiva anti-Isis nel nord della Siria.

In un comunicato diffuso dall'agenzia Sana controllata da Damasco, si afferma che la presenza di truppe speciali francesi e tedesche nelle zone di Ayn Arab e Manbij è fatta nel quadro della "lotta al terrorismo" senza però coordinarsi col governo siriano. Il ministero degli esteri afferma inoltre che questi due Paesi sono tra quelli che hanno finanziato il "terrorismo", espressione governativa per indicare anche le opposizioni armate.

Nei giorni scorsi Parigi aveva confermato la presenza di proprie truppe speciali in Siria nel quadro della lotta all'Isis, mentre da Berlino è oggi arrivata la smentita a quanto scritto da fonti di stampa russe e filo-governative siriane circa la presenza di truppe speciali tedesche nel nord della Siria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS