Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia federale tedesca è entrata in possesso di migliaia di scottanti documenti appartenenti al sedicente Stato islamico (Isis), contenenti fra l'altro i nomi dei guerriglieri stranieri, tra cui molti tedeschi.

Lo rivela la Süddeutsche Zeitung on line, che assieme al gruppo di lavoro delle tv pubbliche Ndr e Wdr ha potuto visionare alcuni di questi documenti, propendendo per la loro autenticità.Ne è soprattutto convinta la polizia che, attraverso un suo portavoce, ha detto alla Sueddeutsche: "Riteniamo con grande probabilità che si tratta di documenti autentici".

Un buco nel sistema di banca dati dell'organizzazione terroristica ha permesso l'appropriazione delle importanti informazioni, che vengono utilizzate dagli investigatori anche per ricostruire la rete di chi recluta e di coloro che accompagnano e accolgono i guerriglieri stranieri nel loro viaggio dall'Europa alle aree di guerra.

I documenti sono costituiti dai questionari di 23 domande che ogni volontario deve compilare una volta arrivato nella zona della Siria occupata dall'Isis. I questionari contengono nomi veri e di battaglia, luogo di provenienza, informazioni su parenti, formazione religiosa, esperienza nella jihad e nomi degli scafisti. E anche il tipo di ingaggio desiderato: combattente o attentatore suicida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS