Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È tempo di drastici tagli di salario anche per lo Stato islamico. Secondo un documento pubblicato dal britannico Independent, i combattenti in Siria si sono visti dimezzare i loro 'stipendi' da miliziani.

La misura è stata presa dopo che i raid della coalizione hanno colpito le maggiori fonti di finanziamento dell'Isis, a partire dai pozzi petroliferi, e anche la cosiddetta 'banca' dell'organizzazione terroristica a Mosul, in Iraq, distrutta dai missili americani che hanno mandato in fumo milioni di dollari.

Nel documento diffuso dai tesorieri dell'Isis, riuniti in una sorta di ente chiamato 'Bayt Mal al-Muslimeen', di base a Raqqa, si afferma come "di fronte alle circostanze eccezionali che deve affrontare lo Stato islamico" sia stata decisa la drastica riduzione di paga, rispetto alla quale non può essere fatta nessuna eccezione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS