Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il boia dell'Isis, l'uomo che nella sua 'carriera' ha decapitato oltre 100 persone, è stato accoltellato a morte in un'imboscata in Iraq: lo scrive il Mail online riportando le dichiarazioni di un giornalista iracheno all'agenzia di stampa curda Ara News.

Soprannominato Abu Sayyaf, l'uomo sarebbe stato anche alla guida dell'Isis nello Stato di Nineve, dove è stato ucciso da un gruppo di uomini armati. Abu Sayyaf, che significa 'padre dello spadaio', è anche il nome di un'organizzazione affiliata all'Isis nelle Filippine nota per le sue decapitazioni e sequestri di persona.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS