Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Stati Uniti e Turchia - scrive il Washington Post - hanno concordato in termini generali un piano d'azione anti-Isis per la creazione di fatto di una zona cuscinetto nel Nord della Siria, lungo il confine siriano, che sarà poi controllata da ribelli siriani moderati.

Una mossa che prevedibilmente aumenterà significativamente la portata e il ritmo dei raid dei caccia americani, che potranno ora anche utilizzare anche la base aerea turca di Incirlik. Il piano, scrive il Washington Post citando funzionari americani e turchi, prevede la realizzazione di una 'fascia protetta' di un centinaio di chilometri ad ovest del fiume Eufrate fino alla provincia di Aleppo.

Le operazioni, scrive il giornale, non porteranno alla 'no-fly-zone' richiesta più volte da Ankara, ma potrebbe tuttavia accogliere i circa due milioni di profughi siriani che hanno trovato rifugio in Turchia.

Secondo fonti americane citate dal New York Times, si tratta di un piano che non è direttamente pensato contro il presidente Siriano Bashar al Assad, anche se favorirà l'opposizione al regime di Damasco.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS