Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa mille cittadini turchi hanno raggiunto i ranghi dell'Isis e combattono con il gruppo armato jihadista in Siria e Iraq. Lo ha indicato oggi il vicepremier di Ankara Bulent Arinc.

Il ministro degli esteri Mesut Cavusoglu di recente ha espresso il timore che molti dei jihadisti di nazionalità turca rientrino in patria per compiere attentati.

Secondo l'intelligence, di Ankara l'Isis conta anche su migliaia di sostenitori in Turchia che potrebbero avere costituito "cellule dormienti". Una recente informativa dei servizi segreti del Mit ha segnalato che centinaia di miliziani sono entrati o stanno entrando in Turchia dopo la ritirata da Kobane di fronte alle milizie curde e potrebbero compiere attentati contro le sedi diplomatiche dei paesi che partecipano alla coalizione anti-Isis.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS