Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il somalo Mohamed Geele, autore dell'aggressione contro il disegnatore delle vignette satiriche su Maometto Kurt Westergaard, è stato giudicato colpevole di terrorismo e di tentato omicidio dal tribunale danese di Aarhus.

"La Corte giudica che il tentativo di omicidio nella sua casa il 1. gennaio 2010 contro Kurt Westergaard, uomo che personifica la vicenda delle vignette satiriche di Maometto, debba essere considerato come un tentativo di spaventare la popolazione ad un livello elevato e di destabilizzare le strutture della società", ha spiegato uno dei magistrati. Il verdetto è stato deciso all'unanimità dalla giuria, ha aggiunto precisando che la pena sarà annunciata domani.

Nella serata del 1. gennaio 2010 Mohamed Geele, 29 anni, aveva fatto irruzione nella casa del disegnatore a Viby, vicino a Aarhus, armato di un'ascia e di un coltello, urlando che voleva ucciderlo perché aveva offeso il profeta ed i musulmani. Il disegnatore, 75 anni, si era chiuso in bagno e l'aggressore era stato poi ferito dalla polizia giunta sul posto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS