Navigation

Islanda: adesione Ue; martedì al via negoziati, ostacolo balene

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2010 - 14:10
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Procede a tappe forzate l'avvicinamento dell'Islanda all'Ue, nonostante recenti sondaggi indichino che la maggioranza dell'opinione pubblica islandese non sia più così entusiasta di entrare nell'Unione europea. Si apriranno infatti martedì i negoziati di adesione tra l'Islanda e la presidenza belga di turno della Ue: la decisione sarà formalizzata lunedì dai ministri degli esteri della Ue che si riuniscono a Bruxelles.
I capitoli oggetto di negoziato sono 35, non tutti di semplice soluzione, in particolare quelli relativi all'agricoltura e alla pesca. Nonostante la moratoria in vigore in tutta la Ue, l'isola continua infatti a cacciare le balene. Il Parlamento europeo, accogliendo la proposta di apertura dei negoziati di adesione, ha lanciato un appello a Reykjavik perché interrompa la caccia ai cetacei.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.