Centinaia di persone si sono raccolte oggi nel centro di Tel Aviv per invocare il licenziamento immediato del ministro dell'istruzione Rafi Peretz dopo che questi ieri si è espresso a favore di terapie di inversione delle inclinazioni di omosessuali e lesbiche.

Secondo la televisione pubblica Kan, fra i dimostranti c'erano membri della comunità Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), dirigenti di partiti laici ed esponenti del sistema educativo.

In precedenza il ministro della giustizia Amir Ohana, un dirigente del Likud che fa parte della comunità gay, ha duramente criticato Peretz. "La sua non è la posizione del governo, né quella del Likud - ha scritto su twitter. - Se occorrono terapie di inversione, esse vanno dirette semmai contro i pregiudizi e l'ignoranza".

Da parte sua il premier Benjamin Netanyahu ha oggi nominato un nuovo consigliere per la stampa estera: si tratta di Evan Gary Cohen il quale, ha precisato il premier, "è stato il fondatore della cellula gay nel Likud".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.