Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo del Mossad, i servizi segreti israeliani, Yossi Cohen ha riferito che l'Iran vuole usurpare i territori lasciati dall'ISIS (foto d'archivio)

KEYSTONE/AP SIPA POOL/HEIDI LEVINE

(sda-ats)

L'Iran, sia in maniera diretta sia attraverso organizzazioni affiliate in Siria, Libano, Iraq e Yemen, si sta muovendo per "usurpare" ogni territorio lasciato dall'Isis.

L'avvertimento arriva dal capo del Mossad, i servizi segreti israeliani, Yossi Cohen, che oggi secondo i media ha aggiornato i ministri durante la riunione di governo a Gerusalemme.

Inoltre Teheran, a giudizio di Cohen, non ha rinunciato alle sue ambizioni di diventare uno stato "nucleare" e l'accordo firmato nel 2015 con le potenze occidentali ha rafforzato il suo obiettivo di raggiungere questo risultato ed accresciuto la sua bellicosità nella regione.

Nella stessa riunione, secondo le stesse fonti, il premier Benyamin Netanyahu ha osservato che Israele non ha nessun obbligo in seguito ad accordi internazionali con l'Iran e che lo stato ebraico continuerà "a lavorare con determinazione e con vari mezzi per proteggere se stesso dalle minacce".

SDA-ATS