Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel villaggio arabo di Jatt, 50 km a nord-est di Tel Aviv, due strade sono state dedicate a figure simboliche del popolo palestinese - l'ex Mufti di Gerusalemme Haj Amin al-Husseini e Yasser Arafat - ed un'altra ancora alla stessa Palestina.

Lo ha scoperto un riservista israeliano di passaggio che ha divulgato la vicenda su Facebook, innescando subito la reazione indignata dello stesso premier Benyamin Netanyahu.

''Non possiamo permettere che nello Stato d'Israele siano dedicate strade in ricordo di uccisori di israeliani o di ebrei'' quali appunto, ha insistito, al-Husseini e Arafat. ''Se necessario, aggiorneremo la legge in materia'', ha detto oggi il premier durante il consiglio dei ministri.

Il consiglio municipale di Jatt ha replicato che quelle strade sono state intestate già sei anni fa in maniera formale e che nessuno, in questo periodo, aveva mai avanzato obiezioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS