Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Considerata come una Araba Fenice o una Fata Morgana, o una sorta di Chimera, la 'Metropolitana di Tel Aviv' assume adesso le forme di un progetto reale, tangibile. Gli abitanti stessi sono rimasti sbalorditi.

La scorsa notte le ruspe si sono fragorosamente messe al lavoro nella centrale via Allenby e - se tutto andrà per il meglio - nel 2021 il primo passeggero potrà finalmente usufruire a Tel Aviv di un moderno mezzo di trasporto di massa.

"Ci lasciamo dietro - ha detto il ministro dei trasporti Israel Katz - 60 anni di promesse...".

In realtà il primo visionario dei trasporti di massa era stato l'ingegnere libanese Franjie che nel 1892 progettava a Jaffa una moderna linea di vagoni trainati su rotaie da cavalli. Era quello il primo di una valanga di progetti: tutti ricchi di fantasia e tutti ammuffiti negli archivi cittadini.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS